corsi per insegnanti


Marzo Donna 2017

mimosa_verLe calamite per Marzo Donna 

Condividere e comunicare hanno da sempre caratterizzato la vita delle donne. Sebbene le nuove tecnologie si prestino a meraviglia, non tutte le donne però ne sanno sfruttare le potenzialità! Allora abbiamo pensato di dedicare questo mese alle donne che hanno poco tempo per aggiornarsi o poche occasioni per farlo in compagnia. Eventi, lezioni, incontri gratuiti! 

(altro…)

Differenze e barriere di genere nel Digital DIY, a scuola e oltre

Intervento del dott. Marco Fioretti 

Ingresso libero. Sono invitate le insegnanti di ogni ordine di scuola.

Martedì 5 Aprile 2016 ore 17.00 al Centro Internet Marghera Digitale

Il fai-da-te digitale (Digital didiy-logoDIY o DiDIY) è un fenomeno sociale e culturale, di cui stampa 3D e Makers sono soltanto le componenti più popolari al momento, ma forse non le più importanti. 

Il progetto DiDIY (www.didiy.eu), parte del programma europeo Horizon 2020, sta studiando gli impatti a lungo termine del DiDIY, inclusi i modi in cui una società che conosce e usa regolarmente il DiDIY, a partire dalle scuole, può contribuire a facilitare una maggiore partecipazione delle donne in campo scientifico e tecnologico.

Questo intervento presenta il progetto DiDIY e alcuni suoi risultati preliminari, relativi a differenze e questioni di genere e ottenuti dall’analisi dei portali Instructables e Thingiverse. Seguirà discussione su come affrontare, in ambito scolastico, i problemi correlati

Marco Fioretti (http://www.didiy.eu/people/marco-fioretti) Board Member di Free Knowledge Institute (http://freeknowledge.eu) e membro del progetto DiDIY (www.didiy.eu)

bianca

Un invito particolare a partecipare va alle insegnanti che hanno frequentato gli incontri del Progetto Una App per ogni esigenza,  un ciclo di laboratori sull’utilizzo dei vari dispositivi in circolazione e delle relative applicazioni disponibili gratuitamente nel web, che si è appena concluso.

 _._._._. _._._._.

Qualche nota da Wikipedia

“… Gli artigiani digitali, o “maker“, costituiscono un movimento culturale contemporaneo che rappresenta un’estensione su base tecnologica del tradizionale mondo del bricolage. Tra gli interessi tipici degli artigiani digitali vi sono realizzazioni di tipo ingegneristico, come apparecchiature elettroniche, realizzazioni robotiche, dispositivi per la stampa 3D, e apparecchiature a controllo numerico. Sono anche comprese attività più convenzionali, come la lavorazione dei metalli, del legno e l’artigianato tradizionale…”